iten

The Italian Stone Theatre

Le mostre del 2015

Digital Lithic Design – Le opere in mostra

Digital Lithic Design – Le Installazioni Realizzate

Curatore e designer Raffaello Galiotto

 

  1. Acus

E’ una corazza cosparsa di elementi appuntiti inclinati. La realizzazione è stata possibile con tagli a disco diamantato su fresa a cinque assi seguendo precisi percorsi 3d. La particolare delicatezza delle punte è preservata dalla precisione del dispositivo che contemporaneamente al taglio ne leviga le superfici evitando ulteriori interventi di pulitura.

produced by Gmm – Gruppo Tosco Marmi
digital-lithic-design-acus

 

  1. Bicefalo

Il pretesto della morfologia animale diventa l’occasione per indagare e giocare sulle regole numeriche delle forme naturali, qui interpretate e tradotte con passaggi di fresa a controllo numerico con utensile sferico. La grafia automatica della macchina, che generalmente si elimina con lucidatura manuale, ora diventa la cifra caratterizzante dell’opera.

produced by Intermac
digital-lithic-design-bicefalo-visitatori

 

  1. Cacto

La lucidatura del marmo, dopo le operazioni di fresatura tridimensionale, è normalmente affidata alla mano dell’uomo. Quest’opera sperimenta la possibilità di lucidare la superficie direttamente a macchina con l’impiego di utensili dedicati utilizzando i percorsi di lavorazione senza nessun apporto manuale. La forma complessa e sinuosa è strettamente derivata dalla forma stessa dell’utensile a disco di lavorazione.

produced by Omag – Henraux – Adi
digital-lithic-design-cacto

 

  1. Glomus

La sfida affrontata da questo progetto è la fresatura di una superficie tridimensionale complessa con un passaggio continuo di utensile gestito anche dal punto di vista estetico. Come in un gomitolo, costituito da un solo e continuo filo, in quest’opera l’utensile si appoggia nella superficie sgrezzata e mediante un lunghissimo e tortuoso percorso senza interruzioni lavora la superficie portandola a finitura senza mai staccarsi.

produced by Helios
digital-lithic-design-glomus-hall-1

 

  1. Lamellatum

Le spire avvolgenti a sezione triangolare sono state realizzate sul monolite con tagli a disco diamantato montato su fresa a cinque assi. Ogni singola corsia
a V è ottenuta da un duplice passaggio di disco a inclinazione opposta sullo stesso percorso, la superficie di taglio liscia e uniforme non ha necessitato
nessun tipo di levigatura successiva. La variazione dell’inclinazione delle spire in modo cadenzato e la loro disposizione sulla calotta conferiscono all’oggetto una leggera asimmetria dalla resa particolarmente dinamica.

produced by Donatoni – Ddx
digital-lithic-design-lamellatum

 

  1. Leucon

Il carattere singolare di questa doppia parete permeabile distanziata risiede nella difficoltà della realizzazione delle zone scavate in “sottosquadra” cioè non accessibili normalmente dall’utensile. Dopo aver realizzato la superficie sagomata bifacciale sono state effettuate le lavorazioni di scavatura con l’impiego di un utensile speciale a testa allargata il quale è entrato in ogni singola apertura con una direzione diagonale e un movimento rotante rendendo possibili le lavorazioni negli interstizi apparentemente inaccessibili.

produced by Odone Angelo – Gruppo Tosco Marmi
digital-lithic-design-leucon-hall-1

 

  1. Lisca

Il tradizionale taglio a disco diamantato è reinterpretato mediante percorsi di taglio curvi e distribuiti su una superficie ondulata. In ogni percorso il disco taglia due volte con inclinazione opposta realizzando solchi a V che mediante l’incrocio con quelli della superficie posteriore creano una rete permeabile alla luce e scanalata dal forte carattere tridimensionale.

produced by Lithos Design
digital-lithic-design-lisca-lithos-design

 

  1. Litocorno

Oltre al virtuosismo formale l’opera è un’autentica sfida al risparmio di materia e di energia. Grazie a un accurato disegno e l’impiego della tecnologia di taglio Waterjet a 5 assi si riesce, partendo da un elemento di soli 60 cm di altezza, a sviluppare un cono scanalato, sinuoso, tortile e cavo di ben 6m di altezza, formato da 100 anelli monolitici sovrapposti.

produced by Antolini
digital-lithic-design-litocorno

 

  1. Micete

Questo progetto è realizzabile esclusivamente con la tecnologia impiegata: arco a filo diamantato montato su braccio robotizzato antropomorfo. La straordinaria possibilità di rotazione e inclinazione che il dispositivo consente ha reso possibile il taglio ondulato a spirale deformata dell’opera. La finitura di superficie è direttamente prodotta dal taglio stesso senza levigature manuali successive.

produced by T&D Robotics
digital-lithic-design-micete

 

  1. Corteccia

Il lungo elemento a doppia tromba traforata è stato eseguito esclusivamente con taglio a filo diamantato. L’andamento del filo lungo il percorso binario ha automaticamente generato sia la superficie curva e scanalata incrociata che la foratura derivante dai tagli interni. L’interno è stato realizzato inserendo il filo in un foro passante realizzato precedentemente.

produced by Pellegrini – Margraf
digital-lithic-design-corteccia-opera

 

  1. Quadrilobo

La complessa volumetria dell’opera è prodotta esclusivamente con un percorso di taglio a filo diamantato ripetuto quattro volte su un blocco monolitico. Il design e i percorsi di taglio sono stati realizzati con l’impiego di software 3d che hanno permesso il controllo e l’ottimizzazione dei percorsi anticipando i risultati ed evitando gli scarti di prova.

produced by Decormarmi
digital-lithic-design-quadrilobo

 


Guarda le immagini della mostra

Share